ALLA RISCOPERTA DELLA BICICLETTA

Fase 2 e bonus bici

21/05/2020 / Sociale e Società

Spesso si è parlato nel corso del tempo di “Rinascimento della bicicletta”, intendendo la riscoperta di un mezzo di trasporto antico e nello stesso tempo moderno, data la sua natura ecologica, salutare ed efficace per spostamenti veloci nei grandi centri urbani. Un rinascimento che spesso si è scontrato con città che non sono state in grado di garantirne un uso efficace e sicuro.

Il coronavirus, il lockdown, l’esigenza di ripartire mantenendo il distanziamento sociale sono riusciti a far cambiare idea a molti; infatti le Istituzioni e Enti Locali hanno individuato proprio nella bicicletta uno dei modi per risolvere i problemi messi in campo della pandemia in tema di spostamenti cittadini.

La bici è infatti il mezzo di trasporto che più di ogni altro potrà limitare la vicinanza tra le persone, da un lato, e contribuire alla riduzione dell’inquinamento, dall’altro. Oggi più che mai la bicicletta, quindi, può svolgere un ruolo essenziale. Per la bici intesa come mezzo di trasporto quotidiano l’epoca post-emergenza da coronavirus può rappresentare il punto di svolta di una vera rivoluzione.

«Usa i mezzi pubblici il meno possibile e solo se è necessario ed utilizza sempre la mascherina per naso e bocca» è l’indicazione principale del decalogo messo a punto da Inail (Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro) e ISS (Istituto Superiore di Sanità) in un documento sui trasporti pubblici terrestri.

Proprio per questo per incentivare gli spostamenti in bicicletta, nel DL Rilancio è previsto un bonus di 500 euro per acquistare:

  • biciclette muscolari
  • biciclette a pedalata assistita
  • monopattini elettrici
  • mezzi elettrici per la micromobilità individuale (segway, hovearboard, monowheel)
  • abbonamenti a servizi di sharing (non di autovetture)

Il bonus è riconosciuto ai residenti maggiorenni delle città con almeno 50.000 abitanti. In particolare nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane e nei capoluoghi di Provincia. Dunque non potranno beneficiare del bonus mobilità i pendolari, gli studenti e i lavoratori fuori sede che abbiano residenza diversa dal lavoro in cui studiano o lavorano.

Può essere richiesto fino al 31 dicembre 2020, il bonus è pari al 60% della spesa sostenuta e comunque non superiore a 500 euro.

Per ulteriori approfondimenti è possibile consultare il Decreto Rilancio 2020 pubblicato in Gazzetta ufficiale il 19/05/2020.

Fonte:

https://www.hdmotori.it/elettriche/articoli/n520769/bonus-bici-500-euro-ebike-monopattini-elettrici/

https://www.gazzetta.it/bici/20-04-2020/coronavirus-la-fase-2-bicicletta-essenziale-ripartire-ecco-cosa-serve-370352906204.shtml?refresh_ce-cp

https://www.federciclismo.it/it/article/2020/05/14/decreto-rilancio-la-bicicletta-per-ripartire/33059f02-28ef-4aba-b79b-d727e816dcd3/

https://www.cittanuova.it/coronavirus-fase-2-la-riscoperta-della-bicicletta/?ms=003&se=001

https://www.quotidiano.net/cronaca/bonus-bici-come-richiederlo-1.5148719